Il Cts stoppa AstraZeneca per gli under 60

Bruno Cirelli
Giugno 12, 2021

Ad annunciarlo il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario per l'emergenza Covid.

L'esperto, che ha parlato nel corso della trasmissione Unomattina, ha ricordato che "Astrazeneca fu progettato inizialmente per un'unica dose, poi si vide che aveva margini abbastanza importanti di mancato successo e allora fu impostato con due dosi che complessivamente davano successo maggiore". Ecco come cambierà la vaccinazione nel nostro Paese.

Il coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, Franco Locatelli, concorde con l'Aifa, ha comunicato che il CTS ha ritenuto opportuno rivalutare le indicazione relative ad AstraZeneca. "E' mutato lo scenario epidemiologico, il rapporto tra benefici e potenziali rischi cambia non solo in funzione dell'età delle persone". "Abbiamo in questo momento altri vaccini da somministrare alla popolazione più giovane". Camilla, la ragazza di 18 anni di Genova che era stata vaccinata col siero di AstraZeneca, durante un Open Day (il 15 maggio scorso), è morta dopo una trombosi al seno cavernoso e dopo essere stata operata per la rimozione del trombo e ridurre la pressione intracranica.

E la scelta da parte del Cts è arrivata, con la "forte raccomandazione" di non usare più AstraZeneca per gli under 60 che verrà applicata alla lettera dal governo: e quindi la campagna di vaccinazione dovrà subire per forza di cose una riorganizzazione, dato che anche chi ha ricevuto la prima dose con AstraZeneca dovrà fare la seconda con un vaccino mRna, ovvero Pfizer o Moderna.

Questa patologia, spiega ancora l'agenzia europea del farmaco, è una sindrome estremamente rara e grave, che causa la perdita di liquidi dai capillari a cui si aggiunge il gonfiore, localizzato soprattutto a livello delle braccia e delle gambe, una bassa pressione sanguigna, un ispessimento del sangue e bassi livelli di albumina nel sangue.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE