In Lombardia da lunedì via alle vaccinazioni in azienda

Ausiliatrice Cristiano
Giugno 5, 2021

"Abbiamo un tasso di incidenza che è a 31 su 100mila abitanti, con una riduzione dei posti occupati negli ospedali e in rianimazione - spiega Fontana -".

"Anche questi dati rispecchiano l'entusiasmo dei cittadini, in particolare dei giovani e delle loro famiglie, che giustamente vedono nella vaccinazione l'opportunità di tornare a vivere la loro quotidianità in sicurezza per sé e per gli altri, oltre che di ripristinare le normali frequentazioni familiari - sottolinea la vicepresidente Moratti - Uno straordinario esempio di senso civico che assume ancor più valore per la giovanissima età dei testimoni di questo "ultimo miglio" della campagna vaccinale di Regione Lombardia. A condizione che ci diano i vaccini, lo faremo di sicuro". "Bisogna avere forse - ha proseguito - un po' più di coraggio, però è già un passo avanti che vengano ascoltate le nostre istanze e che qualche passo avanti verso la normalizzazione si stia facendo".

Fontana ha anche fatto il punto sulla situazione all'ospedale in Fiera a Milano: "Stanno gli ultimi pazienti guariti". Non lo chiuderemo, lo metteremo stand by. Non è più operativo e lo terremo pronto per ogni evenienza. La sua funzione era quella di essere una garanzia, un polmone in caso di necessità, una possibilità dove ricoverare i pazienti senza ingolfare le rianimazioni degli ospedali e costringerli a convertire altri reparti. "Noi siamo pronti, nel caso in cui venisse chiesto, di attrezzarci per vaccinare anche i turisti - ha spiegato Fontana -". E sui lavoratori stagionali ha affermato: "A oggi, noi i lavoratori li abbiamo tutti vaccinati, così come gli studenti che si trovavano sul nostro territorio".

In alternativa è possibile utilizzare le seguenti modalità: tramite sportello Postamat, anche se non sei correntista, inserendo la tessera sanitaria, il cap di residenza o domicilio e il tuo numero di cellulare con l'aiuto dei portalettere, che possono effettuare per te la prenotazione telefonando al numero verde 800894545. "Così facendo riusciremo a trovare la libertà definitiva".

Infine, il presidente ha ribadito: "Se le dosi di vaccino che ci sono state promesse saranno confermate, entro la fine di luglio tutti i lombardi avranno ricevuto la prima dose, almeno quelli che si sono prenotati".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE