Blocco licenziamenti, proroga a fine agosto con la CIG

Ausiliatrice Cristiano
Mag 25, 2021

Blocco dei licenziamenti prorogato da fine giugno a fine agosto per le imprese coperte da ammortizzatori sociali nel caso in cui chiedano nuove settimane di cassa integrazione entro il 30 giugno: la novità dell'ultima ora portata in Consiglio dei Ministri del 20 maggio - a margine dell'approvazione del Decreto Sostegni bis - del ribalta gli accordi con le parti sociali e differisce da quanto prevede il primo Decreto Sostegni convertito in legge a poche ore di distanza. E dunque potenzialmente fino a fine anno. Il decreto, rimarcano, "contiene importanti misure per sostenere la ripartenza delle imprese dopo la pandemia e il mantenimento dei livelli occupazionali".

Fino al 30 giugno c'è cassa integrazione (cig) covid gratuita e divieto di licenziamento totale per tutte le aziende, sia quelle che usano cig sia quelle che non la usano.

"Non possiamo assolutamente permetterci il rischio della perdita di ulteriori centinaia di migliaia di posti di lavoro". Lo affermano in una nota congiunta i segretari di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri. I sindacati considerano "inaccettabile e socialmente pericolosa la posizione della Confindustria che si ostina a rifiutare la proroga del blocco dei licenziamenti in questa fase, tanto più alla luce dei finanziamenti di carattere sia generale sia specifici, destinati alle aziende e mai selettivi".

La mini proroga del blocco dei licenziamenti, che voleva essere una mediazione tra le richieste delle parti sociali, non era piaciuta a Confindustria che ha parlato di un'imboscata ordita dal ministro Orlando, ma la norma è stata discussa durante il CdM e approvata; alla fine tuttavia salta.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE