Andrea Zhok - Pensate davvero che quella di Letta sia una proposta seria?

Rufina Vignone
Mag 22, 2021

"Su questo tema è legittimo che ci sia una discussione su alcuni aspetti della proposta, ma le divisioni non ci sono".

La reazione a caldo è stata furiosa, ma probabilmente è stata dovuta anche al terrore di quella parola: "tassa". "Fintanto che al governo ci saranno Fi e il centrodestra, Letta si scordi qualsiasi irricevibile aumento di tasse - afferma Roberto Occhiuto, capogruppo di Fi alla Camera -".

"Su @7Corriere-lancio proposta di dote per i diciottenni". Per la generazione più in crisi è un aiuto concreto per gli studi, per il #lavoro, la casa. Sono fonti del Nazareno a sottolineare quanto Enrico Letta creda nella proposta della dote ai 18enni, finanziata con la tassa di successione dell'1% più ricco del Paese.

"Il mio sogno è trattenere i ragazzi italiani in Italia, senza però farli restare in casa con mamma e papà fino a trent'anni - è la tesi del segretario del Pd -".

Fattore che porta oggi l'Italia a incassare dalle tasse di successione "circa 800 milioni, contro i 6 miliardi della Gran Bretagna, i 7 miliardi della Germania e i 14 miliardi della Francia". A proposito di cittadinanza, "l'Italia è il Paese d'Europa che la concede con più facilità a prescindere dallo ius soli", fa notare il direttore di Libero. Lo dice il senatore del Pd Andrea Marcucci in merito alle polemiche sulla proposta dem. "Proponiamo una dotazione di 10.000 euro per garantire alla generazione che ha più pagato il Covid un'opportunità di formazione, l'impegno in attività economiche, la possibilità di andare a vivere per conto proprio". "Ci vuole una dote per i giovani, finanziata con una parte dei proventi della tassa di successione, e un accesso ai mutui-abitazione anche per chi non ha genitori in grado di fornire garanzie". Nel testo viene fatto infatti notare che "in Italia i soldi guadagnati sono tassati troppo; quelli ricevuti da grosse eredità poco o nulla".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE