Esplode un'abitazione nel Chianti: due persone disperse sotto le macerie

Geronimo Vena
Mag 21, 2021

Corsa contro il tempo per portare in salvo le due persone che presumibilmente si trovano sotto le macerie dell'edificio di due piani crollato per l'incendio. La donna, nonostante la separazione, aveva mantenuto buoni rapporti con l'ex marito e così si spiegherebbe la sua presenza sul posto, dove era giunto anche lui per dare una mano durante gli ultimi ritocchi interni nell'abitazione. Appena accesa la luce all'interno dello stabile, si sarebbe verificata l'esplosione. Nel pomeriggio le squadre di vigili del fuoco che stavano operando dalla mattina sono state avvicendate da personale Usar (Urban search and rescue) proveniente dai comandi di Arezzo e Siena, supportato anche dagli uomini del gruppo operativo speciale movimento terra del comando di Prato. Si tratterebbe di una coppia e dell'ex marito della donna.

Il 59enne pratese Fabio Gandi, nuovo compagno della 59enne, è stato rinvenuto cadavere sotto le macerie dell'appartamento di Borgo di Dudda. Il bilancio delle vittime sale a quota 2.

Una casa al primo piano della palazzina era stata acquistata da una coppia, Giuseppa Napolitano e Fabio Gandi, entrambi 59 anni, residenti a Prato.

A causare l'esplosione che ha interessato l'abitazione di Borgo Dudda potrebbe essere stata una fuga di gas. I parenti della coppia coinvolta nell'esplosione infatti avrebbero raccontato che nella casa appena acquistata non era ancora stato montato l'impianto a gas, e che sarebbe stato presente solo un fornello elettrico. Intanto, proseguono le ricerche della donna, condotte anche con l'utilizzo delle unità cinofile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE