Caso Gregoretti, a Catania non luogo a procedere per Salvini

Barsaba Taglieri
Mag 14, 2021

E' la motivazione con cui il del Gup di Catania, Nunzio Sarpietro ha emesso la sentenza di non luogo a procedere nei confronti di Matteo Salvini a conclusione dell'udienza preliminare sul caso Gregoretti.

Tre le ipotesi: un decreto di rinvio a giudizio, con la fissazione della prima udienza dell'eventuale processo, una sentenza di non luogo a procedere o un'ordinanza che dispone un'ulteriore fase istruttoria.

L'avvocata Giulia Bongiorno, difensore dell'ex ministro, ha sempre sostenuto, in ogni occasione e davanti al gup Sarpietro, che "l'azione penale contro Salvini non doveva neppure iniziare, perché il suo è stato un atto politico insindacabile" perché, ha sostenuto, per il "principio della separazione dei poteri e le decisioni adottate nell'interesse nazionale sono impenetrabili e non possono essere contestate in sede giudiziaria". Salvini era accusato di sequestro di persona per il caso dei 131 migranti lasciati a bordo della nave Gregoretti, a luglio del 2019, nel porto di Augusta in provincia di Siracusa.

"Dedico questa bella giornata e questa assoluzione ai miei figli, agli italiani e agli stranieri perbene e alle forze dell'ordine", ha detto ancora Salvini aggiungendo: "Questa giustizia dice che un ministro che ha difeso i confini dell'Italia ha fatto semplicemente il suo dovere". "Unica cosa che mi dispiace è per i denari costati ai contribuenti per i processi", ha aggiunto. Il processo per la vicenda Open Arms è fissato per il 15 settembre. Abbiamo la sinistra più retrograda del Continente europeo che usa la magistratura per vincere le elezioni dove non riesce a vincerle con in cabina.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE