Salvini "Nel prossimo Cdm proporremo il coprifuoco alle 23"

Paterniano Del Favero
Aprile 22, 2021

Che in più contestano al governo di aver deciso in autonomia, senza comunicare nulla, di accrescere la percentuale di studenti in presenza a scuola nelle zone gialle e arancioni, non rispettando l'accordo preso durante l'incontro con gli enti locali del giorno prima.

La protesta delle Regioni è culminata nella decisione del presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, di convocare alle 15.30 una riunione straordinaria a cui parteciperanno anche comuni e province, attraverso i rappresentanti di Anci e Upi.

Una prospettiva questa che non ha soddisfatto Matteo Salvini, in crisi nei sondaggi e preoccupato oltre che della avanzata di Giorgia Meloni anche dei malumori dei ristoratori dopo le tante promesse fatte. "Spero che chieda scusa, non a quella ragazza, ma a tutte le donne italiane, perchè lasciar solo ipotizzare che se una non corre subito alla polizia se lo sia inventata o andata a cercare è disgustoso". Il segretario della Lega ribadisce la sua posizione: "Il coprifuoco non ha senso, lo dice anche il Cts".

Sul coprifuoco è andato in scena il primo strappo ufficiale tra Mario Draghi e Matteo Salvini, con il leader della Lega che ha fatto astenere i suoi ministri durante il Consiglio dei Ministri quando si è dovuto votare per l'approvazione del nuovo decreto.

Considerando che in Italia la situazione sanitaria legata al Covid è ancora preoccupante, per Palazzo Chigi aprire tutto di colpo potrebbe vanificare gli sforzi fatti fino a questo momento considerando anche i ritardi nella campagna vaccinale. "Ma se abbiamo spiegato le riaperture come un rischio ragionato, non possiamo già rimettere tutto in discussione". Questa maggioranza ha deciso di unirsi per superare insieme l'emergenza Covid-19 e far ripartire il Paese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE