Salvini continua ad attaccare Speranza, il PD si schiera col ministro

Geronimo Vena
Aprile 15, 2021

Il ministro ha poi sottolineato che "nel secondo trimestre arriveranno 50 milioni di vaccini e Pfizer anticiperà alcuni milioni di dosi che per l'Italia significano circa 7 milioni". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza nell'informativa alla Camera ricordando di aver detto "la verità anche quando era scomoda". Prudenzialmente il commissario Figliuolo sta lavorando a 45 mln dosi di vaccini in arrivo entro giugno.

Sembra infatti che se da una parte vi è una evidente insoddisfazione da parte dei cittadini per il modo in cui l'emergenza sanitaria è stata gestita, e a questo malcontento si aggiungono le pressioni da parte dei partiti di centrodestra, dall'altra abbiamo ora un presidente del Consiglio che sembra tutt'altro che intenzionato a lasciare Speranza al suo posto.

A proposito del vaccino AstraZeneca, Speranza ha dichiarato: "In questa lotta contro il tempo è fisiologico che dopo milioni di inoculazioni l'utilizzo di un vaccino possa essere rimodulato, e ciò è necessario per un principio di precauzione". Comprare i vaccini insieme è stato giusto a livello europeo.

Ci sono stati i problemi legati al mese di ritardo per allungare i tempi della somministrazione della seconda dose nell'ambito del piano vaccini, le chiusure a oltranza che hanno messo in ginocchio l'economia di un intero Paese, le aperture centellinate e continuamente rimandate, per non parlare del recente caso Oms con l'inchiesta della procura di Bergamo che vede indagato lo stesso Ranieri Guerra. "Ed i cambi di rotta nelle indicazioni del vaccino fanno parte di questa attenzione". "L'auspicio - ha aggiunto su vaccino Johnson & Johnson - è che presto ci possano essere elementi di chiarezza che ci permettano di iniziare ad utilizzare un vaccino che sarà importante per la nostra campagna vaccinale, essendo monodose". Su Il Giornale leggiamo che il direttore dell'Oms avrebbe incontrato Goffredo Zaccardi, capo di Gabinetto del ministro della Salute Roberto Speranza: "dice di vedere se riusciamo a farlo cadere nel nulla". Dobbiamo ascoltare il grido d'allarme dei medici: non possiamo continuare a chiamarli eroi e poi fare il contrario di quello che ci chiedono, mettendoli in trincea da soli a combattere negli ospedali. Oggi da ministro della Salute voglio dare un messaggio di determinazione e fiducia. "Dobbiamo essere tempestivi nelle chiusure quando serve e non sbagliare tempi e modi delle riaperture per non vanificare i sacrifici fatti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE