Erdogan: "Le parole di Draghi totale maleducazione, danneggiate le relazioni"

Rufina Vignone
Aprile 14, 2021

"Prima di poter utilizzare queste parole verso Tayyip Erdogan, dovresti avere innanzitutto coscienza della Storia, ma abbiamo capito che non ce l'hai - ha concluso -. Sei una persona che è stata nominata, non eletta".

Con le sue affermazioni, "Draghi ha purtroppo danneggiato" lo sviluppo delle "relazioni Turchia-Italia", ha aggiunto Erdogan secondo quanto riferito dall'agenzia Anadolu e dalla tv di Stato turca.

La reazione di Erdogan è arrivata quasi a freddo, ma non ha sorpreso la diplomazia italiana, che non pensava che lo stop a Leonardo per la fornitura di elicotteri alla Turchia e quello ai contratti di Ansaldo sarebbe bastata al 'sultano'.

Le tensioni tra Roma e Ankara erano scoppiate lo scorso 8 aprile quando Draghi, parlando del 'sofagate' che aveva visto coinvolta von der Leyen nel corso di una conferenza stampa, aveva definito Erdogan un "dittatore di cui però si ha bisogno". "Condanniamo con la forza le affermazioni senza controllo del primo ministro italiano nominato Mario Draghi sul nostro presidente eletto", aveva affermato il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu. Nel Paese della Mezzaluna, il giorno dopo le parole di Draghi, diventava virale l'hashtag #nonpotetefermareErdogan mentre in Italia prevaleva #Mussolini a commento delle dichiarazioni del vicepresidente turco Fuat Oktay, la voce istituzionalmente più importante a tornare sulla vicenda, che ha tirato in ballo il fascismo: "Se Draghi vuole vedere cosa sia una dittatura, deve guardare alla storia recente del suo Paese". Ieri leader ultraconservatore Devlet Bahceli, del partito del Movimento nazionalista (Mhp), principale partner di coalizione di Erdogan, ha detto ai membri del suo gruppo parlamentare che le dichiarazioni di Draghi rivelano "un'ammirazione segreta per Mussolini".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE