Mascherine non certificate dalla Cina, l'ex commissario Arcuri indagato per peculato

Barsaba Taglieri
Aprile 11, 2021

L'ex commissario straordinario per l'emergenza Covid Domenico Arcuri sarebbe stato iscritto sul registro degli indagati della Procura della Repubblica di Roma per peculato. L'accusa è contenuta nel fascicolo sulle maxi forniture di mascherine cinesi da 1,25 miliardi di euro che già lo scorso 24 febbraio aveva portato a cinque ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Roma. La replica di Arcuri: "Non so nulla".

"Domenico Arcuri comunica di non avere notizia" circa l'indagine sulle 'mascherine'. Per l'acquisto gli intermediari avrebbero incassato provvigioni per 72 milioni di euro e sarebbero finiti nel mirino per traffico di influenze. E ora, secondo La Verità, i pm avrebbero deciso di contestare il nuovo reato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE