Militare muore per un arresto cardiaco dopo il vaccino, addio a Stefano

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 11, 2021

Giallo in Sicilia. Un militare di 43 anni, Stefano Paternò, di Corleone ma residenre a Misterbianco (CT), è deceduto nella mattinata di ieri a causa di un arresto cardiaco. La Procura di Siracusa ha aperto un'indagine in merito alla vicenda.

Stefano Paternò, sottufficiale della Marina Militare in servizio ad Augusta, è morto poche ore dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca.

Da una prima ispezione cadaverica sarebbe deceduto per arresto cardiaco e, come dice il procuratore Sabrina Gambino, non è risulterebbe correlazione tra la somministrazione del vaccino e il decesso. Ha pure aiutato nostro figlio a fare un disegno, poi intorno alle 19 è iniziata a salire la febbre. ha preso una tachipirina ed è andato a dormire. "Dobbiamo attendere l'esito dell'autopsia per avere un quadro piu' chiaro". Sono stati comunque avviati degli accertamenti sul caso per capire quali sono state le reali cause del decesso.

Dell'esame autoptico, che potrebbe avere luogo già oggi, si occupa la Procura di Catania su rogatoria.

La morte è avvenuta per arresto cardiocircolatorio ma non ci sono comunque correlazioni con il vaccino Astrazeneca. La salma del militare si trova nell'obitorio dell'ospedale Cannizzaro di Catania. Gli inquirenti hanno acquisito tutta la documentazione relativa alla somministrazione del vaccino, al numero di codice del lotto e al numero della fiala somministrata. In attesa di certezze dagli esami medico legali, sarà bene evitare di formulare affrettate e inopportune ipotesi.

"E' necessario che l'autorità indaghi su quanto è accaduto - ha detto l'avv".

Attualmente non vi sono prove di un legame tra la morte del militare e la somministrazione del vaccino.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE