Coronavirus, 10 marzo: in Piemonte 2.086 nuovi casi. Forte aumento dei ricoveri

Bruno Cirelli
Marzo 11, 2021

Dei 2.018 nuovi casi, gli asintomatici sono 757 (37.5%). Troppo poche, però. Si punta ad arrivare a 20mila per fine marzo e il Presidente della regione Alberto Cirio ha chiesto anche la disponibilità ai Carabinieri affinchè possano vaccinare i civili nel Castello di Moncalieri, dove i medici dell'Arma hanno già ricevuto la prima dose.

I casi sono così ripartiti: 336 screening, 1.171 contatti di caso, 579 con indagine in corso; per ambito: 29 RSA/strutture socio-assistenziali, 191 scolastico, 1.866 popolazione generale. I restanti 2.084 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

Continuano a peggiorare i dati del Covid-19 in Piemonte: oggi il bollettino dell'Unità di crisi della Regione riporta un incremento complessivo di 116 ricoverati: + 16 rispetto a ieri in terapia intensiva (il totale sale a 244), +100 negli altri reparti (2'532).

I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.432 (+ 61 rispetto a ieri).

Le persone in isolamento domiciliare sono 21.109, i guariti +1.096, gli "attualmente positivi" 23.769. I tamponi diagnostici finora processati sono 3.219.167 (+23.758 rispetto a ieri), di cui 1.222.488 risultati negativi.

Torna sopra quota 2.000 il numero dei contagi Covid registrati in una giornata dall'Unità di crisi della Regione: sono 2.018, ma con un tasso di positività del 7,2%, nettamente inferiore a quello dei giorni scorsi (tranne sabato).

Il totale è ora di 9.533 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1.425 Alessandria, 606 Asti, 385 Biella (+0), 1.124 Cuneo, 792 Novara, 4.363 Torino, 431 Vercelli, 321 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 86 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE