Bolzano, Benno Neumair: "La solita lite per soldi, poi ho strangolato papà"

Rufina Vignone
Marzo 10, 2021

Lo ha comunicato la procura di Bolzano: Benno Neumair ha confessato l'uccisione dei suoi genitori Laura Perselli e Peter Neumair.

La Procura di Bolzano, chiedendo un incidente probatorio, vuole accettare "la capacità di intendere e volere" dell'indagato. Lo ha comunicato la Procura di Bolzano desecretando i verbali dei due interrogatori in cui l'indagato, insieme ai suoi difensori, ha ammesso le proprie responsabilità.

Benno Neumair confessa di aver ucciso dei suoi genitori

I sospetti degli investigatori, fin dalle ore successive alla scomparsa dei coniugi, si sono indirizzati sul figlio trentenne che in passato ha avuto alcuni problemi di carattere psicologico. Per ora la notizia è riportata solo da pochissime fonti e non si hanno ulteriori dettagli su come sarebbe avvenuta la confessione, né su cosa avrebbe nello specifico raccontato il giovane Benno, che si trovava in stato d'arresto, con un provvedimento cautelare di detenzione carceraria, ormai da settimane. Le successive indagini sulle tracce di sangue hanno invece fatto ipotizzare che Benno Neumair ha ucciso i genitori nell'abitazione di famiglia: prima ha strangolato il padre, poi la madre. Ci sarebbero evidenti segni sul collo. Il corpo della donna in effetti è emerso dalle acque del fiume diversi giorni dopo, mentre quello del marito al momento non è ancora stato trovato. Ancora di più quando è apparso chiaro che non poteva trattarsi di un allontanamento volontario, ma doveva essere successo qualcosa di grave.

Oggi la procura di Bolzano ha trasmesso al gip la richiesta di incidente probatorio per valutare la capacità d'intendere e di volere di Neumair, 30 anni, accusato del duplice omicidio dei genitori, scomparsi il 4 gennaio scorso, e dell'occultamento dei loro corpi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE