++ Covid: scuole Calabria chiuse da lunedì per due settimane ++

Barsaba Taglieri
Marzo 5, 2021

L'ordinanza dovrebbe essere firmata da Spirlì nel pomeriggio, al termine dei confronti, ma a preoccupare gli amministratori regionali è soprattutto la diffusione in Calabria di variante inglese e l'incidenza della stessa proprio nei luoghi frequentati dai giovani.

Di ritorno dalla Capitale ha parlato di scuola annunciando che domani, a seguito della consueta riunione del venerdì con l'Unità di Crisi, potrebbe arrivare una nuova ordinanza di chiusura delle scuole in Calabria. I risultati dei tamponi inviati in altre regioni e quelli processati dal policlinico Mater domini ci dicono che la diffusione della variante inglese è innegabile - ha affermato Spirlì. Le scuole saranno aperte o chiuse a seconda dei dati che avremo a disposizione e soprattutto della possibilità di pericolo per la popolazione che le varianti e i contagi possano aumentare. Le decisioni saranno prese su dati precisi e sulle informazioni che arrivano sull'eventuale pericolo per la popolazione.

Spirlì questa mattina, sulla sua pagina Facebook, ha informato i cittadini di aver "avuto modo di ricordare al ministro dell'istruzione, al ministro della salute e al ministro per gli affari regionali e le autonomie che nessuno di noi vuole chiudere la scuola". L'istruzione va difesa sempre e comunque. Ma la SCUOLA non è l'aula! Le aule non possono essere considerate il luogo più sicuro del pianeta. Con i contagi, però, non si gioca, così come non si gioca con le urgenze e le necessità sanitarie di tutti i tipi. E noi, in questi tempi di recrudescenza della pandemia, dobbiamo evitare che il contagio si propaghi. Il presidente della Regione è la massima espressione sanitaria e si assume tutte le responsabilità. A lui è demandato il compito di tutelare la salute dei corregionali.

In questo momento "in Italia, nessuno può permettersi di interpretare dati e decisioni: parlano numeri e studi di previsioni". "Non si può attendere ancora per cercare di contrastarle". Dunque, idee chiare e decisioni ferme.

Sul rinvio delle elezioni, il presidente della Regione ha aggiunto: "Tutti vogliamo votare, decide il Governo cosa sarà più opportuno e lo farà con l'appoggio del parere del Comitato tecnico-scientifico".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE