Covid, impennata di casi tra gli under 20

Rufina Vignone
Marzo 3, 2021

E aggiunge: "Non penso che si debba necessariamente interrompere la didattica ma se ci sono le varianti e molte classi sono in quarantena, allora significa che teniamo aperte le scuole solo per una questione di facciata". "Si sarebbe dovuto investire tutto sulle nuove tecnologie e sulla formazione, anziché su elementi materiali come i banchetti, le mascherine o le manutenzioni".

In Israele due bambini nati morti sono poi risultati positivi al Covid.

Dall'inizio della pandemia, sono 153.036 le persone contagiate nell'Isola. Anche la situazione nelle terapie intensive desta preoccupazione se paragonata alla settimana precedente: 2.231 sono le postazioni occupate in confronto alle 2.094 della settimana scorsa.

Covid, impennata di casi tra gli under 20

I ricoverati in terapia intensiva sono 175 (+ 7 rispetto a ieri), quelli non in terapia intensiva 2043 (+ 28 rispetto a ieri). Passa invece al giallo la Liguria che si unisce a Valle d'Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Lazio, Calabria e Sicilia.

Aumento di casi da collegare alla scoperta della variante brasiliana in città (leggi l'articolo) e che fa osservare al Sindaco che "è necessario prestare tutte le attenzioni possibili, naturalmente questo non è di semplice attuazione, ma la salvaguardia delle persone più anziane, cioè le più fragili, passa per questi accorgimenti". "Ve lo chiedo per cortesia, continua il primo cittadino, e chiedo a chiunque di informarmi anche in anonimo e segnalate se qualcuno non rispetta la regola". Mentre il Regno Unito vanta ad oggi 20 milioni di dosi iniettate, l'Italia è riuscita a somministrarne soltanto 4,5 milioni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE