Tennis: Sinner 'spero che il 2021 sia una stagione normale'

Rufina Vignone
Dicembre 29, 2020

Jannik Sinner si racconta. Considerazioni che non sorprendono per quello che l'altoatesino è stato capace di realizzare nel corso di un 2020 molto problematico per tutti.

"Il segreto per diventare un professionista?"

Il ragazzo di Sesto Pusteria ha parlato poi della sua attitudine nei confronti del tennis: "E' la cosa più importante della mia vita dopo la famiglia e gli amici". I colpi, ovviamente, sono importanti, ma ci sono componenti più decisive, almeno percentualmente, sulla prestazione di un tennista: "La testa - dice Sinner - vale anche per il 70%, conta più di tutto il resto. Se ti piace davvero lo sport che fai superi qualsiasi periodo duro". Ho scelto di giocare a tennis perchè mi piace, questa vita quindi è la più bella che potessi fare, mi piace per l'80-90%. E aggiunge: "Mi piacerebbe imparare a cucinare, mio padre è cuoco, ma ora la mia priorità è il tennis.".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE