Morto avvelenato il magnate dei videogame Lin Qi

Geronimo Vena
Dicembre 28, 2020

È mistero a Shanghai dopo la morte per avvelenamento di Lin Qi, Magnate dei videogame e miliardario cinese deceduto il giorno di Natale, otto giorni dopo essere stato portato in ospedale con sintomi acuti di avvelenamento. Lin Qi era il CEO di Yoozoo, lo studio conosciuto per il gioco mobile Game of Thrones: Winter Is Coming. Appassionato di calligrafia cinese e poesia, Lin Qi aveva un patrimonio netto di circa 6,8 miliardi di yuan (circa un miliardo di euro) secondo la Hurun China Rich List, il che lo poneva al numero 870 tra gli imprenditori più ricchi della Cina.

Lin aveva fondato Yoozoo nel 2009 e l'aveva guidata con pieno successo in un periodo in cui l'industria dei giochi aveva visto una forte esplosione e cambiamenti sostanziali, spostandosi ad esempio verso il settore della telefonia, e aveva dovuto far fronte alla stretta da parte delle autorità di regolamentazione di Pechino. La sua società ha anche lanciato un messaggio di addio sui social: "Resteremo insieme, continueremo a essere gentili, continueremo a credere nella bontà e continueremo la lotta contro tutto ciò che è male". Ad assassinarlo sarebbe stato un collega già arrestato, come ha dichiarato la polizia che sta investigando. Le cose hanno preso una svolta drammatica venerdì quando la società ha annunciato la morte del suo fondatore. Secondo i media locali, la persona in custodia degli agenti potrebbe essere Xu Yao, che dirige il comparto di produzione cinematografica di Yoozoo. Lin, presidente e amministratore delegato di Yoozoo, è stato nominato co-produttore della serie insieme ai creatori di Game of Thrones David Benioff e DB Weiss.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE