Cina: 4 anni a giornalista, raccontò covid a Wuhan - Ultima Ora

Bruno Cirelli
Dicembre 28, 2020

Zhang Zhan, ex avvocatessa diventata giornalista, è stata condannata a 4 anni di carcere per la copertura in diretta da Wuhan della crisi del Covid-19.

Era stata arrestata a maggio con l'accusa di aver diffuso da Wuhan, in Cina, notizie false in merito all'epidemia da coronavirus. Lo ha riferito il suo avvocato. La 37enne deve inoltre rispondere anche del reato di aver creato disordini, che viene spesso usato contro attivisti e dissidenti in Cina. Zhang - è l'accusa rivelata dal suo legale - ha inviato "false informazioni attraverso testi, video e altri media attraverso gli internet media come WeChat, Twitter e YouTube".

Davanti al tribunale di Pudong, secondo quanto hanno riferito testimoni al South China Morning Post, decine di persone che venivano da tutto il paese per sostenere Zhang Zhan sono state allontanate dalla polizia. In particolare Keke ha spiegato di aver notato dei vistosi segni sulla bocca e sul naso della sua assistita. Zhang al momento è la prima ad essere processata per aver coperto gli eventi a Wuhan: le prossime sentenze saranno emesse verso i giornalisti Chen Qiushi, Fang Bin e Li Zehua.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE