Corsica: 'Violenza sessuale', star irlandese di MMA fermato e rilasciato

Rufina Vignone
Settembre 13, 2020

Il campione di arti marziali Conor McGregor fermato e poi rilasciato dalla polizia in Corsica dopo essere stato accusato di tentata violenza sessuale. Lo ha appreso la Afp dall'ufficio del procuratore di Bastia.

Il portavoce dell'atleta ha detto che McGregor "nega energicamente ogni accusa" nei suoi confronti.

"Dopo un esposto presentato lo scorso 10 settembre (giovedì, ndr.) che denunciava atti che possono essere considerati tentata violenza sessuale ed esibizionismo, il signor Conor Anthony Mac Gregor (sic) è stato ascoltato dalla gendarmeria locale" si legge nel comunicato della procura corsa, che non ha fornito altri dettagli sull'accaduto.

Fiore all'occhiello dell'Ultimate Fighting Championship, il principale organizzatore di combattimenti di MMA, Conor McGregor, 32 anni, è uno dei combattenti più popolari e più pagati di questo sport che permette di calciare, tirare pugni, dare ginocchiate e gomitate, oltre a colpi a terra e strangolamenti all'interno di un recinto chiuso, l'ottagono.

McGregor si trova in Corsica per prender parte a un viaggio di beneficenza attraverso il Mediterraneo, una traversata di 180 chilometri che avrebbe dovuto intraprendere con la principessa di Monaco, Charlene, per sensibilizzare il pubblico sui pericoli del mare e le misure di sicurezza da adottare quando ci si avventura in acqua.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE