Le Gallerie degli Uffizi vincono premio Compasso d

Ausiliatrice Cristiano
Settembre 12, 2020

Alle Gallerie degli Uffizi il Premio Compasso d'Oro, il più antico e importante premio di design al mondo, per l'efficacia del loro logo: l'importante riconoscimento internazionale conferito dall'Adi, l'Associazione per il Design Industriale, è stato consegnato al direttore del museo Eike Schmidt e all'agenzia che lo ha realizzato, Carmi e Ubertis, nell'ambito della cerimonia di premiazione tenutasi nell'Adi Design Museum di Milano.

"Nel mondo del design di comunicazione l'efficacia va progettata". Qui l'elenco di tutti i vincitori. Un'innovazione che si accorda con le parole chiave di questa edizione: sviluppo, sostenibilità e responsabilità. "Tre priorità, quindi, che non possono più essere affrontate separatamente, anzi, che rappresentano una complessità originale, dove le ragioni dello sviluppo si devono misurare con quelle della sostenibilità e della responsabilità allargata ben oltre i confini del pragmatismo tendente a far coincidere la verità con l'utilità".

Istituito nel 1954, il Premio Compasso d'Oro Adi è un premio mondiale di design, nato da un'idea di Gio Ponti per porre in evidenza il valore e la qualità del design italiano. A sottolineare il nuovo radicamento materiale ed etico del Compasso d'Oro, che è il segno di questa edizione, la mostra comprende anche un'installazione con 18 nuovi alberi (uno per ogni premiato) messi a dimora per l'occasione. Al termine della manifestazione entreranno a far parte del fondo di forestazione urbana ForestaMi promosso da Regione Lombardia, Città metropolitana e Comune di Milano, il cui obiettivo per il 2030 è arricchire di oltre 3 milioni di nuove piante il patrimonio verde urbano.

Tematica particolarmente sentita in questo momento di trasformazione degli ambienti di lavoro, tra le caratteristiche che hanno colpito l'attenzione della giuria internazionale è stato il perfetto connubio tra funzionalità tecniche e alto grado estetico: i tavoli si caratterizzano infatti per la gamba inclinata di 7°, sobria e al tempo stesso sofisticata, che rimane tale anche nella versione regolabile in altezza grazie ad un meccanismo elettrico inserito nella gamba.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE