Traffico di droga e soldi in prestito: 17 arresti

Bruno Cirelli
Settembre 9, 2020

Soldi che la banda si procurava vendendo la droga.

Le indagini sono scattate dopo che una delle vittime dei presunti "cravattari", non riuscendo a pagare i debiti con tassi d'interesse pari al 94%, si era tolta la vita. Identificati due usurai e una complessa attività criminale coinvolgente, oltre alle 17 persone per le quali è stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare, altri complici a loro collegati per lo spaccio di cocaina sono stati localizzati Settimo Torinese, alcuni di loro facevano riferimento a una locale di 'Ndrangheta. Scoperti anche episodi di ricettazione e riciclaggio di auto di lusso destinate al mercato estero, in particolare, Finlandia, Francia e Ungheria.

Nel corso delle indagini, durate quasi 2 anni, sono stati sequestrati oltre 1 kg tra hashish, marijuana e cocaina, nonché 35.000 euro in contanti e una pistola 7,65, poi risultata oggetto di furto. "Le investigazioni hanno evidenziato - come ha dichiarato il comandante provinciale dei Carabinieri di Torino, Francesco Rizzo - una stretta interconnessione tra l'attività usuraria e lo spaccio di sostanze stupefacenti".

Prestavano a tassi usurari il denaro ottenuto con il traffico di stupefacenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE