Covid, positivo il patriarca che accusò i gay per la pandemia

Bruno Cirelli
Settembre 9, 2020

Il patriarca ortodosso Filaret, che accusò gli omosessuali di essere responsabili della pandemia di Coronavirus, è risultato positivo al Covid 19. A confermare la notizia apparsa su alcuni media è stata, in una nota diffusa online, la chiesa di Filaret, che spiega che il religioso, che ha novantuno anni, è attualmente ricoverato in condizioni stabili.

Tensioni e zero contatti tra Bielorussia e Ucraina.

In un'intervista rilasciata a marzo ad un canale televisivo locale, Filaret aveva dichiarato che la pandemia è "la punizione di Dio per l'omosessualità, per i peccati degli uomini e per il peccato dell'umanità". Aveva poi specificato: "Prima di tutto, intendo il matrimonio tra persone dello stesso sesso".

In seguito all'accaduto anche una portavoce dell'Amnesty International si era pronunciata dicendo "Queste dichiarazioni sono dannose perché rischiano di condurre a un aumento di attacchi, aggressioni, discriminazioni e violenze nei confronti di alcuni gruppi". Ma la Chiesa ortodossa aveva risposto: "Come capo della Chiesa e come uomo, il patriarca ha la libertà di esprimere le sue opinioni, che sono basate sulla moralità".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE