La FIA annuncia nuovi provvedimenti per la stagione alle porte

Rufina Vignone
Giugno 23, 2020

Il Consiglio Mondiale della Fia, riunitosi in videoconferenza con la sede di Parigi, non ha apportato grandi novità al mondo della F.1. Dopodiché, essa ha emesso un paio di cambi normativi ai regolamenti sportivi e tecnici per il 2020 e il 2021, frutto anche di settimane d'incontri tra la Federazione e le scuderie.

Siccome è stata accorciata la procedura di partenza da 30 minuti a solo 20, sono state riviste alcune tempistiche: le gomme dovranno essere montate sulle monoposto a 5 minuti dalla partenza e non più a 3, perché a quel momento solo 16 membri delle squadre potranno ancora essere in griglia, mentre gli altri, per evitare degli assembramenti, dovranno già essere andati in pitlane.

Non essendoci un calendario definito, ma molto fluido, se non per le prime otto gare, la FIA ha permesso una flessibilità nelle scelte sulle gomme, tanto più che spesso le squadre confluivano a soluzioni identiche per qualifiche e gara per cui si è eliminata una inutile complicazione.

Gli Steward potranno operare da remoto in circostanze speciali, qualora necessario.

Modifiche al periodo di coprifuoco obbligatorio per i team, a causa della maggiore lentezza delle operazioni che richiedono il distanziamento sociale.

Provvedimenti per quanto riguarda alcune situazioni di gara come la partenza e i pit stop.

Definizione delle modifiche alla nuova procedura del Podio.

Per il 2021 vengono anche introdotti perfezionamenti sulle restrizioni relative ai test aerodinamici: sono due le interessanti aggiunte ai rinnovati regolamenti che rappresentano un limite in termini di software che un team può utilizzare in un anno oltre che un ulteriore limite alle formulazioni di carburante e alle specifiche dell'olio motore che possono essere approvate nell'arco dell'anno.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE