Juric: "Il Verona proverà a fermare un Napoli in salute"

Rufina Vignone
Giugno 23, 2020

Uno scontro diretto per l'Europa.

"Ci aspetta un avversario in grande salute, che ha trovato il proprio equilibrio e che ha grossi stimoli derivanti dalla vittoria in Coppa Italia, ma noi cercheremo di essere il solito Verona". Ma domani al Bentegodi arriva il Napoli, che precede i gialloblù di un punto in classifica.

"Il Napoli è cambiato con l'ottimo lavoro di Gattuso: hanno grande qualità e un'ottima fase difensiva - spiega -". Pensano a fare sempre risultato e sono davvero tosti. "Anche io però, ha osservato Juric, credo che ogni partita sia un'occasione per fare punti, altrimenti non avrebbe senso scendere in campo".

Il Verona è considerabile senza dubbi tra le migliori sorprese del campionato: archiviato con grande anticipo l'obiettivo stagionale della salvezza tranquilla, gli scaligeri dopo la vittoria contro il Cagliari sono al 7° posto in campionato ad un solo punto dai partenopei, palesando quindi a questo punto ambizioni "europee", merito di un mercato in entrata riuscito, come Amrabat, Rrahmani e Kumbulla (i primi due sono stati già acquistati dalla Fiorentina e dal Napoli per la prossima stagione, il terzo è cercato da molti club), sapientemente amalgamati dal tecnico Juric. Indisponibili? Molto dipende dall'allenamento di oggi: ci sono varie situazioni da valutare, come Pessina, Badu, che non giocava da tanto tempo, e Veloso, mentre sicuramente giocherà Zaccagni. Lazovic? E' un 'quinto' con caratteristiche da attaccante, crea sempre la superiorità numerica e non sono molti ad avere queste doti. Quando non ci sarà Darko anche Federico potrà fare bene.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE