Coronavirus - OMS: "Il vaccino arriverà entro marzo 2021"

Barsaba Taglieri
Mag 9, 2020

Queste le parole di Ranieri Guerra, direttore aggiuntivo dell'Oms, rilasciate ai microfoni di "Il Messaggero" in merito alla distribuzione del vaccino per il Covid-19.

Lo scorso 4 maggio in Italia è iniziata la seconda fase della gestione dell'epidemia di coronavirus. L'OMS ha confutato queste ipotesi, affermando che diversi studi hanno analizzato le caratteristiche genomiche della SARS-CoV-2 e non hanno trovato prove a sostegno del coronavirus come prodotto di laboratorio, sottolineando che se si trattasse di un virus "costruito", la sua sequenza genomica mostrerebbe una miscela di elementi noti, ma "non è così". "Non può essere riservato solo a chi se lo potrà permettere".

Secondo gli ultimi dati diffusi dall'OMS, sulla base di uno studio svolto in 47 paesi su 54, nei prossimi 6 mesi potrebbero ammalarsi 10 milioni di persone, nei prossimi 12 tra 29 e 44 milioni mentre si rischia di registrare fino 190 mila decessi. Anche più di 3 milioni.

A testimoniarlo parlano i fatti, parla la responsabilità dei nostri esercenti commerciali, che ben prima delle disposizioni del Governo e della Regione, hanno autonomamente deciso di abbassare le saracinesche, a tutela della salute pubblica. Ma i valori saranno ovviamente molto differenti da regione a regione - ha aggiunto Guerra -. I test sierologici saranno utili?

Tanti invece gli interrogativi sull'immunità, che per gli altri coronavirus ha una durata di circa 1 o 2 anni.

Si ritiene che il nuovo coronavirus abbia fatto il salto dagli animali all'uomo nel mercato del pesce di Huanan a Wuhan, dove è stato rilevato il primo gruppo di casi. Gli studiosi intanto si concentrano sui casi di recidiva, visti i tanti episodi di nuove infezioni registrate dopo la negatività del tampone.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE