Primo passo per il ritorno della Liga? Allenamenti dal 4 maggio

Bruno Cirelli
Mag 1, 2020

Dunque, a quanto apprendiamo, in Spagna lo sport professionistico e l'economia viaggiano di pari passo, visto che la ripresa degli allenamenti per i professionisti è stata annunciata nel piano di rilancio economico che avrà inizio a partire dal 4 maggio.

Lo ha annunciato il premier Pedro Sanchez, presentando la cosiddetta 'desesacalada' e prevedendo il ritorno ad "una nuova normalità" entro la fine di giugno. Il passaggio dall'una all'altra sarà stabilito dal governo centrale. A spiegarlo è stato proprio il primo ministro intervenendo in conferenza stampa alla Moncloa. "Procederemo per fasi e con differenziazione provinciale se sarà necessario".

Fase 0: il prossimo 4 maggio; Autorizzazione a "esercitare", alcune aziende si apriranno con l'apertura di locali su appuntamento o ristoranti con servizio di consegna cibo. Per esempio è stato tolto il divieto ai bambini minori di 14 anni di uscire di casa pur rispettando il distanziamento sociale e l'obbligo di indossare la mascherina.

Il piano sarà graduale, ovviamente, ma soprattutto "asimmetrico", ha detto Sánchez: le province in cui i dati di contenimento del coronavirus peggiorano non potranno passare alla fase successiva e dovranno prolungare il lockdown, e questo perché "la pandemia non ha colpito la Spagna in maniera uniforme", e quindi "la transizione verso la nuova normalità non avanzerà alla stessa velocità in tutto il paese, né all'interno delle varie regioni".

Le Isole Baleari e le Isole Canarie saranno in vantaggio nella fase di declassamento. Le zone all'aperto del settore alberghiero riapriranno al 30% della loro capacità e potrebbero essere aperti anche i negozi al dettaglio. Nulla da fare, invece, per le scuole, che riaprianno come in Italia da settembre.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE