New York, suicida medico 49enne

Barsaba Taglieri
Aprile 29, 2020

Dottoressa brillante e dedita alla sua missione, in prima linea nella lotta contro il Covid-19 a New York, la 49enne Lorna Breen non è riuscita a spazzare via la disperazione che il virus lascia dietro di sé: Lorna si è tolta la vita domenica a Charlottesville, in Virginia, nella casa di famiglia. Nel modo più brutto. Una morte, quella della direttrice del dipartimento di emergenza del New York-Presbyterian Allen Hospital di Manhattan, che colpisce al cuore non solo i suoi familiari, ma anche tutta l'opinione pubblica.

Lorna si è tolta la vita domenica a Charlottesville, in Virginia, nella sua casa di famiglia. La dottoressa non riusciva a stare con le mani in mano ed il suo senso del dovere era così spiccato che anche dopo aver contratto il virus ha cercato di tornare al lavoro. A ricordarla, suo padre, anch'egli medico: "Ha cercato di salvare tutti, e questo l'ha uccisa". "C'era qualcosa che non andava...", ha spiegato il padre di Lorna.

Nelle ultime conversazioni, ha riferito il padre, Lorna era apparsa "distaccata", aveva raccontato come i pazienti morivano ancor prima che lasciassero le ambulanze.

"Era davvero in prima linea". Breen vuole che la figlia sia ricordata come un'eroina, "perché lo era", oltre ad essere "una vittima tanto quanto le altre persone che sono morte".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE