Da retrocessioni a diritti tv, cosa succede in caso di stop

Rufina Vignone
Aprile 29, 2020

La data per la ripresa degli allenamenti collettivi è stata fissata al 18 maggio, ma ripartire con le sedute non garantisce il ritorno in campo delle squadre. Sono un amante della Serie B e credo tantissimo nella redazione di "PianetaSerieB" formata da un gruppo di giovani con tanta voglia di fare bene.

Se le condizioni generali rendessero impossibile la ripartenza entro il 2 agosto, anche con l'eventuale formula dei playoff sponsorizzata dalla UEFA, è necessario definire un nuovo percorso. Le coppe sarebbero invece garantite alle prime sei. Cambierebbero però le retrocessioni. Altra ipotesi è la retrocessione delle ultime due e altrettante due promozioni dalla B. Altro aspetto da considerare: le squadre impegnate in Europa, se le competizioni internazionali continueranno.

I DIRITTI TV - Senza più partite, si aprirebbe una trattativa per rinegoziare termini e cifre. Lo sconto potrebbe coinvolgere la stagione 2020/2021, l'ultima compresa nel contratto triennale, ma tutto resta ovviamente ancora da stabilire. Sky intanto ha già quantificato le richieste nella lettera inviata alla Lega prima dell'ultima riunione (Dazn ha fatto lo stesso qualche giorno fa): in caso di stop definitivo chiederebbe uno sconto alle società di 255 milioni.

GLI STIPENDI DEI CALCIATORI - I club hanno chiesto la sospensione dei pagamenti per 4 mesi, i giocatori hanno risposto accordandone solo uno. Senza incassi per le società sarebbe impossibile pagare gli ingaggi dei calciatori e il taglio verrebbe tarato in base alle perdite complessive, come molti club stanno già valutando con i propri tesserati al fine di raggiungere un accordo condiviso. Ma anche in questo caso si prevede una lunga e complessa negoziazione con la controparte. Lo scenario più probabile resta la sforbiciata netta e sostanziosa agli stipendi coi calciatori costretti ad adeguarsi senza fare troppi capricci.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE