COVID-19: vaccino a settembre? L’Università di Oxford ci crede

Barsaba Taglieri
Aprile 28, 2020

Vaccino pronto a settembre.

E con un via libera di emergenza da parte delle autorità di regolamentazione, gli scienziati di Oxford sperano che i primi milioni di dosi del loro vaccino (se si dimostrerà efficace) possano essere disponibili entro settembre, con diversi mesi in anticipo rispetto agli altri laboratori. Se l'immunità ottenuta nei test sulle scimmie verrà confermata in quelli sugli uomini, sarà effettiva la svolta attesa dall'umanità. Elisa Granato è una ricercatrice di zoologia dell'università di Oxford ed è stata la seconda persona a sottoporsi alla sperimentazione. Una sperimentazione, ha detto il magnate e filantropo statunitense che, "sta procedendo a vele spiegate".

A far ben sperare è anche il miliardario Bill Gates.

Tra le prime persone a testare il vaccino per il coronavirus c'è anche una ragazza italiana di 32 anni. Il 23 aprile si è sottoposta al test e fa sapere che sta "benissimo". Il vaccino non contiene proprio il Covid-19, c'è solo una piccola parte del suo genoma inserito in un virus differente e non nocivo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE