Inter, Conte: "Atalanta top. Godin? Circolano troppe voci false"

Rufina Vignone
Gennaio 10, 2020

"Sarebbe importante perché stiamo parlando di una squadra forte, quella che in questo momento è più in forma in campionato". Continuano a crescere e sono molto più forti dell'anno scorso. È un test impegnativo per noi. Faccio i complimenti a Giampiero: "non avevo dubbi perché è un grande lavoratore". Complimenti a Gian Piero, lo conosco personalmente e fa del lavoro un cavallo di battaglia. Su Gasperini e l'Atalanta: "Se tutti dessero ciò che l'Atalanta dà nel calcio, il nostro Paese andrebbe meglio".

"Mi aspetto una partita molto intensa, fisica, che sarà giocata a intensità importanti da ambo le squadre". Detto questo, noi dobbiamo essere contenti del nostro percorso, dobbiamo cercare di migliorare e anche noi stiamo lavorando sull'intensità.

Ancora una volta mancano diversi uomini. Ma allargando il discorso, ci son anche altri dati statistici da non tralasciare: nel 69% dei casi, chi in Serie A chiude l'andata al primo posto poi festeggia anche alla fine, una percentuale che aumenta sino al 76% se si considera l'era dei 3 punti a vittoria e si innalza ancora toccando l'86% da quando il campionato è tornato a 20 squadre.

Inter fino a qui perfetta.

Vincendo domani sareste campioni d'inverno.

Ha poca valenza, perché tanto vince chi taglia prima il traguardo. Noi dobbiamo vincere domani e non sarà facile, dobbiamo cercare idi fare una grande gara, dovremo chiedere tantissimo a noi stessi andando oltre le nostre potenzialità. Anche loro vogliono fare lo stesso. Tra noi c'è un gruppetto che si sta responsabilizzando da questo punto di vista. Ben vengano però queste sfide.

Però noi siamo anche il terzo miglior attacco, con un solo gol in meno della Lazio. Sarà così anche quest'anno? Si è creato un buon feeling e stiamo sopperendo al gap iniziale facendo cose positive. PEr vincere le partite devi fare gol, devono esserci entrambe le fasi, offensiva e difensiva. "Anche con la Nazionale man mano che facevamo il percorso abbiamo visto che c'era una crescita e poi ovviamente bisogna essere bravi ad affondare il colpo assieme ai calciatori". Non ha senso fare tanti gol e subirne altrettanti.

Il gap con la Juventus può essere ridotto in un solo anno? Durante l'anno, nella seconda parte della stagione, quando vedi che c'è una crescita esponenziale e vedi la concorrenza che subisce flessioni, mi è sempre successo nella seconda parte della stagione. Rimango sempre fermo alle mi valutazioni d'agosto. A parte l'Inter ripeto sempre che le altre hanno aggiunto giocatori e non sostituito. Al Milan è arrivato Ibra. Si accelera anche il lavoro dell'allenatore. Da noi c'è un gruppo che sta crescendo in tutto, si stanno capendo alcune cose.

Godin e le voci di mercato? "Il mese di mercato è sempre particolare". Bisogna essere intelligenti a dargli il giusto peso. In gennaio sarà difficile gestire alcune situazioni, molte voci non sono vere.

Quando, nelle epserienze vincenti con Juventus e Chelsea, hai sentito la consapevolezza che si potesse arrivare a vincere?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE