Estorsione, Miccoli condannato in appello a tre anni e mezzo di carcere

Rufina Vignone
Gennaio 9, 2020

Fabrizio Miccoli, ex bomber e capitano del Palermo calcio, è stato condannato in appello a 3 anni e 6 mesi di reclusione per estorsione aggravata dal metodo mafioso. La sentenza pronunciata dalla prima sezione penale della Corte di appello del capoluogo siciliano, presieduta da Massimo Corleo, ha dunque confermato quella di primo grado. La sua difesa ha già annunciato che ricorrerà in Cassazione, per ora ha vinto la tesi del procuratore generale Ettore Costanzo, secondo la quale il giocatore avrebbe indotto un suo amico, figlio di un boss mafioso, alla riscossione di un credito di 12.000 euro nei confronti di un ex fisioterapista del Palermo. I soldi erano frutto della cessione della discoteca Paparazzi di Isola delle Femmine, e nel luglio scorso anche lo stesso Mauro Lauricella era stato condannato a sette anni per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Un altro mafioso coinvolto nella vicenda era stato assolto.

"Questo procedimento - dice - è iniziato in primo grado quando c'era già una richiesta di archiviazione da parte della Procura che è stata rigettata". Poi l'imputazione coatta. Oggi abbiamo una persona assolutamente estranea per fatti tanto gravi che non lo possono riguardare. Fra gli elementi utilizzati nella requisitoria, il pg ha ricordato l'intercettazione ambientale di una conversazione in cui l'ex giocatore si riferì a Giovanni Falcone indicandolo come "un fango": cosa che Miccoli fece mentre passava davanti all'albero che sorge davanti all'abitazione palermitana del giudice ucciso nella strage di Capaci. "La stessa procura in tempi non sospetti aveva deciso di non chiedere il processo perchè non c'era alcuna ipotesi di reato su Miccoli".

Per l'altro legale dell'imputato, Giovanni Castronovo, Miccoli paga la frase offensiva pronunciata nei riguardi di Giovanni Falcone e registrata durante l'inchiesta dagli investigatori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE