Atp Cup: Italia batte gli USA ma non basta

Rufina Vignone
Gennaio 9, 2020

Sono Australia e Russia le prime due semifinaliste dell'ATP Cup. E infatti è il Canada a stroncare le speranze nostrane, trovandosi secondo dietro l'Australia nel girone F con cinque vittorie e soprattutto il 60% dei set a proprio favore: una percentuale non più raggiungibile dagli Azzurri (che possono arrivare al massimo al 58%) con conseguente addio alla competizione. A consolare la nostra squadra ci pensa Stefano Travaglia, che batte Taylor Fritz con un doppio 7-6. L'ultima prestazione, soprattutto, ha strappato applausi. 6-2 7-6 (4) il punteggio con il quale si è agevolmente imposto il tennista moscovita. L'Italia, che ha esordito con una sconfitta per 3-0 contro la "corazzata russa" targata Daniil Medvedev e Karen Khachanov, si è in parte riscattata superando la Norvegia per 2-1, anche se ha pagato a caro prezzo il ko nel singolare di Fognini contro Ruud, decisivo per la mancata qualificazione ai quarti dell'Italia a causa del quoziente vittorie e set vinti. Lo scontro è di altissimo livello e presenta un'ora e 45 minuti di grande tennis e un'intensità assoluta.

Ad aprire le danze per Italia-Stati Uniti sarà la sfida fra Travaglia e Fritz, mentre alle ore 12.00 italiane sarà la volta di Fabio Fognini scendere in campo contro John Isner, numero 19 al mondo. L'Italia è però comunqe fuori dalla manifestazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE