Bambino trovato morto nel carrello di atterraggio di un aereo

Bruno Cirelli
Gennaio 8, 2020

Il cadavere di un bambino "di una decina d'anni" è stato ritrovato nel carrello di un aereo della compagnia Air France atterrato il 7 gennaio all'aeroporto parigino di Roissy Charles de Gaulle.

Ma c'è anche spazio per la polemica: "Si tratta di una grave falla di sicurezza", ha confermato una fonte di sicurezza ivoriana all'AFP, "come può essere successo?"

L'aereo, un Boeing 777, era decollato dalla capitale economica della Costa d'Avorio, martedì, ed è atterrato all'alba a Parigi. "Air France conferma che il corpo senza vita di un passeggero clandestino è stato scoperto nel pozzo del carrello di atterraggio dell'aereo che eseguiva il volo AF703 che collega Abidjan (ABJ) a Parigi-Charles de Gaulle" ha scritto la compagnia, aggiungendo: "Esprimiamo tutto il nostri cordoglio per questo dramma umano".

Una fonte della sicurezza della Costa d'Avorio ha osservato che "al di là del dramma umano, è la dimostrazione di una grossa breccia nella sicurezza all'aeroporto di Abidjan".

Negli ultimi anni, diversi adolescenti africani sono stati trovati morti a causa del freddo nei carrelli degli aerei. Le temperature - fra i 9.000 e i 10.000 metri, quota raggiunta dagli aerei di linea - scendono al di sotto dei -50 gradi e l'alloggiamento del carrello non è né riscaldato né pressurizzato. Gli alloggiamenti del carrello di atterraggio non sono né riscaldati né pressurizzati.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE