Cuneo fiscale: riduzione in tre fasce

Bruno Cirelli
Gennaio 3, 2020

Con il nuovo anno appena entrato continuano i lavori per l'operazione che dovrebbe tagliare il cuneo fiscale ai lavoratori dipendenti, misura che dovrebbe vedere la luce con la busta paga di luglio 2020.

In manovra il fondo per la riduzione del cuneo: 3 miliardi di euro nel 2020 e di 5 miliardi nel 2021 ma che potrebbero diventare 6 visto che nel 2021 l'operazione partirà da gennaio. I lavoratori compresi nella fascia di reddito tra 8200 e 15mila euro, infatti, non possono fruire, tecnicamente della trasformazione in detrazione discale poichè le detrazioni di cui già fruiscono (familiari a carico e da lavoro dipendente) azzerano l'imposizione trasformandosi, di fatto, in incapienti.

Il Sole 24 Ore spiega oggi che in questi giorni gli esperti della Ragioneria generale dello Stato faranno i conti esatti: nel 2020 le primissime simulazioni parlano di un incremento medio degli stipendi di circa 500 euro (il bonus vale per soli sei mesi) che salgono intorno ai mille euro in più l'anno successivo.

Presto inizierà il confronto con i sindacati per un intervento apposito per i lavoratori con reddito fino a 35 mila euro annui. Secondo i primi calcoli gli incrementi in busta paga saranno di 500 euro per poi salire a 1000 nel 2021.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE