Via libera alla circolazione dei monopattini elettrici VIDEO

Rufina Vignone
Gennaio 2, 2020

Il 2020 comincia al meglio dunque per tutte quelle società che puntavano a portare anche in Italia il business dei monopattini elettrici in sharing, una su tutte la Lime, che conta già un milione di utenti in 60 città degli Stati Uniti e che da noi ha già vinto il bando per mettere su strada i propri mezzi a Rimini, Torino e Verona.

Il rischio concreto, spiega il presidente dell'associazione dei consumatori, Carlo Rienzi, "è che il via libera a tale nuovo mezzo di locomozione porti ad un incremento di incidenti con conseguenze anche gravi sul fronte sanitario".

Con l'emendamento in questione è stato sciolto uno dei nodi principali della regolamentazione della mobilità elettrica: i monopattini sono equiparati alle biciclette e non ai ciclomotori.

I monopattini vanno parcheggiati negli stalli destinati a bici e moto. Con la pubblicazione sul supplemento ordinario n. 45/L alla Gazzetta Ufficiale 304 del 30 dicembre 2019 della norma che, all'articolo 75, equipara i monopattini elettrici ai velocipedi, è entrato formalmente in vigore il DM Micromobilità del 4 giugno dello scorso anno (pubblicato sulla GU 162 del 12 luglio) che permette la circolazione di questi nuovi veicoli - compresi i Segway - in ambito urbano e sulle normali sedi stradali, appunto come le biciclette.

I monopattini potranno circolare liberamente con alimentazione elettrica nelle strade con limitazione della velocità ai 30 Kmh e sulle piste cliclabili e lo potranno fare solo i mezzi con potenza non superiore ai 500 W e velocità massima uguale a 20 Km/h.

"Siamo curiosi poi di sapere come faranno le forze dell'ordine a controllare la velocità dei monopattini che, nelle zone pedonali, non può superare i 6 km/h, e cosa succederà in caso di incidenti e scontri con auto e pedoni, non essendo prevista alcuna polizza assicurativa obbligatoria" prosegue Rienzi. Nodi che di certo dovranno essere sciolti anche forse con qualche chiarimento da parte del ministero e alla luce delle scelte che saranno adottate nei singoli comuni per regolamentare la circolazione sulle proprie strade.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE