Al Duhail, Mandzukic: "Juve? Non mi era mai capitato di non giocare..."

Rufina Vignone
Gennaio 2, 2020

Mario Mandzukic si tuffa nella nuova avventura in Qatar.

La lunga storia d'amore tra Mario Mandzukic e la Juventus, durata la bellezza di quattro stagioni, si è conclusa pochi giorni fa con la firma dell'attaccante croato sul contratto che lo legherà per i prossimi anni al club qatariota dell'Al-Duhail.

Inevitabile il ringraziamento ad Allegri così come il saluto a Cristiano Ronaldo: "Ogni allenatore è diverso, ho imparato qualcosa di nuovo da tutti quelli che ho avuto. Sarri? Tutto quello che dovevo dire l'ho postato sui social". Un finale reso amaro dagli ultimi mesi del giocatore, messo in disparte da Maurizio Sarri e dal club campione d'Italia, e dal fastidio dello stesso croato che viveva ormai da separato in casa da diverse settimane.

Sulla scelta di accettare l'Al Duhail: "Ho avuto abbastanza tempo per riflettere su tutte le offerte che ho ricevuto e la mia professionalità a lungo termine in Europa mi ha fatto riflettere seriamente sulla ricerca di un altro posto in cui continuare a lavorare".

Sul fatto di non aver giocato: "È stato qualcosa di nuovo per me, ma sono stato un guerriero per tutta la mia carriera. Benatia? È un giocatore meraviglioso e una persona meravigliosa: la sua presenza qui è utile per me". Il club mi ha trasmesso passione, nonché i miei discorsi con l'allenatore e con Benatia che ha elogiato il club e l'esperienza che sta vivendo ora.

"Ho parlato con il presidente, ama il calcio e supporta la squadra". Ho lavorato duro per tenermi in forma. "È stato davvero bello aver giocato con lui, ci capivamo perfettamente".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE