Rosa Perrotta, Pietro Tartaglione intimità: "Calo del desiderio allucinante, lui ne soffre"

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 26, 2019

Della vecchia me non c'è più nulla di ciò che c'era prima della nascita di Dodo. E ancora: "Al momento non voglio prenderla come se fosse una patologia". Il suo sguardo ha riordinato il mio equilibrio. "All'inizio credeva che fossimo in crisi, ma è come se il mio corpo, adesso, appartenesse solo a mio figlio", ha poi aggiunto. La Perrotta ha rivelato che a Capodanno ha intenzione di partire per Parigi, con la speranza di riscoprire quell'intesa sessuale che ha portato lei e il compagno a mettere al mondo un figlio. "Credici", ha risposto l'ex naufraga dell'Isola dei Famosi. È un bravo compagno, un bravo padre, ma io alla prima occasione scatto. Se siamo a un evento e trovo una che fa la cretina, "parto di testa". Il mio uomo ne soffre. Inoltre, la coppia avrebbe in ballo di trasferirsi da Napoli a Milano, perché ritengono che la città lombarda possa essere la soluzione migliore per la famiglia, soprattutto in considerazione del fatto che i due si trovano molto spesso a viaggiare per lavoro, tra un'ospitata televisiva e una campagna pubblicitaria. Nelle ultime ore Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione sono stati travolti dalle critiche per via del regalo di Natale del figlio Domenico, chiamato affettuosamente Dodo. Tanto per cominciare la giovane ha spiegato da cosa nasce la decisione di rinviare le nozze: "Ci dovevamo sposare lo scorso ottobre".

"Pietro mi sposerebbe anche domani - ha dichiarato l'ex tronista al settimanale diretto da Alfonso Signorini - Con calma faremo tutto. E poi vorrei che mio figlio portasse le fedi all'altare", dice la 30enne. Ma sogno Tale e Quale Show. Carlo Conti accetterà la sua autocandidatura? D'altronde, dopo l'arrivo di un figlio, è più che normale avere un calo del desiderio e di certo anche loro riusciranno a tornare quelli di un tempo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE