A Betlemme la 'cicatrice di Banksy

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 25, 2019

Il sottotitolo fa riferimento al Walled Off Hotel, l'albergo che Banksy, che in più occasioni ha manifestato la propria sensibilità verso il conflitto israelo-palestinese, ha aperto a Betlemme nel 2017, con vista sul muro edificato da Israele per separare la città palestinese dai territori di Gerusalemme Est.

Banksy, il cui volto rimane ancora ignoto, ha mostrato al pubblico la sua ultima opera, chiamata "Scar of Bethlehem" ("La cicatrice di Betlemme") anche tramite il suo profilo Instagram. Il titolo, come ha spiegato Wissam Salsaa, il direttore dell'hotel, è "un gioco di parolo tra scar, cicatrice, e star, la stella di Betlemme". Nel sito La Stampa si legge che l'opera, con tutta probabilità, susciterà "non poche polemiche".

Cinque lastre grigie, richiamo immediato al Muro di protezione, fanno da sfondo alla Natività cristiana posizionata su un fazzoletto di terra e una piccola mangiatoia che fa da culla a Gesù. Sul muro sono anche riportati alcuni graffiti con le scritte "Love" ("amore") e "Paix" ("Pace").

"Il titolo del nuovo lavoro del misterioso artista è La cicatrice di Betlemme e consiste sostanzialmente in una riproduzione della scena della natività per quello che, noi italiani, potremmo definire 'Il presepe di Banksy". Nel muro c'è una breccia - molto simile alla cometa che annunciò la nascita di Gesù - prodotta però in questo caso da un lancio di mortaio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE