Suo figlio investe due 16enni, il dolore di Paolo Genovese

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 23, 2019

Pietro Genovese, che si è subito fermato per prestare soccorso, è stato sottoposto all'esame per determinare se fosse alla guida sotto effetto di alcol o droghe, a cui sarebbe risultato positivo. Da quanto trapelato finora pare che Gaia e Camilla abbiano attraversato la strada a scorrimento veloce in un punto in cui non era consentito: saranno i rilievi dei periti e dei tecnici della polizia locale a ricostruire la precisa dinamica di quanto avvenuto.

"Il dolore per Gaia e Camilla e per i loro genitori è insopportabile", ha detto all'Ansa il regista Paolo Genovese. "Siamo una famiglia distrutta, è una tragedia immensa che ci porteremo dentro per sempre". Non è ancora chiaro quale sia il livello delle sostanze rinvenute nel sangue, lo potranno stabilire solo ulteriori esami, i cui esiti arriveranno nei prossimi giorni. Le due adolescenti stavano attraversando la strada di corso Francia a Roma, all'incrocio con la via Flaminia Vecchia e con una rampa di accesso all'Olimpica.

Non le ha viste e le ha investite, uccidendole sul colpo.

Nel corso della giornata odierna sono inoltre state raccolte le testimonianze di chi era sul posto e ha visto il dramma. "Non è giusto. Non doveva andare così". Un amico di Gaia ha raccontato: "È stato il papà, costretto su una sedia a rotelle per un incidente stradale, a riconoscere la figlia".

"Dolore insopportabile": sono le dichiarazioni che il regista Paolo Genovese ha rilasciato sulle ragazze investite e uccise a Roma dal figlio Pietro.

I soccorsi sono arrivati poco dopo, ma per le 16enni non c'è stato nulla da fare. Al momento sembrerebbe tuttavia che ci sia il coinvolgimento di un unico veicolo, guidato dal ventenne Pietro Genovese.

Nato a Roma il 20 agosto 1966, Paolo Genovese è noto per le sue attività di regista, sceneggiatore e scrittore.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE