Pioli: "Nessun giocatore deve permettersi di pensare al mercato"

Rufina Vignone
Dicembre 23, 2019

A breve parlerà del momento dei rossoneri il tecnico del Milan Stefano Pioli.

Quanto è importante la partita con l'Atalanta?

"Non esistono per noi vacanze, tutte le gare sono importantissime, non possiamo permetterci di avere altri pensieri". Alla Gewiss Arena gli orobici devono rialzarsi dopo il ko di Bologna per non perdere troppo terreno in classifica. "Giochiamo contro una squadra forte e dobbiamo essere concentrati".

L'idea di gioco? "Noi l'abbiamo l'idea di gioco, per arrivare al massimo potenziale c'è ancora da fare però abbiamo la nostra identità, cercheremo di contrapporci con qualità agli avversari, con il pensiero di voler fare la partite contro l'Atalanta".

Battere Gasperini? "Sono anni che ci incontriamo, credo dal 2004, lui è sempre stato un avversario difficile da superare. Abbiamo le qualità per mettere in difficoltà gli avversari".

Modello Atalanta? "Siamo il Milan, dobbiamo puntare ad esserlo. La nostra classifica non è ancora da Milan e su questo bisogna insistere".

"In questo momento è vietato parlare di tutto tranne che della partita di domani". Il nostro obiettivo è questo. La classifica vera arriverà a fine maggio.

Leao o Piatek? La formazione l'ho già decisa ma non la comunico a voi, Leao è entrato bene con il Sassuolo. Però mi piacerebbe che la squadra giocasse come se fosse l'ultima partita, una finale. Lui e Leao hanno caratteristiche diverse.

Ultimo treno per l'Europa? "Mancano ancora tante partite decisive, hanno comunque un peso".

Supporto della tifoseria? "E' importante". I tifosi non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno. "Per ottenere risultati diversi dobbiamo modificare le nostre prestazioni e quella di domani è l'occasione per dimostrare che siamo cresciuti". Lui sta bene, adesso a livello fisico sta bene. L'ho visto molto bene in allenamento, con la giusta concentrazione e serenità. Mi aspetto tanto da lui perché so che può dare tanto. "Rodriguez sta bene, si è sempre allenato bene, è un grande professionista".

Regalo a Natale? "Tre punti domani". Abbiamo il nostro modo di stare in campo.

Giocatori in uscita distratti? "Se vedo qualcuno poco concentrato, non verrà convocato".

"Ha caratteristiche fisiche che altri non hanno, domani se non saremo forti l'Atalanta ci butterà per terra, dovremo rispondere. Abbiamo giocato partite a viso aperto con squadre che si sono sempre affrontate". Gomez può giocare punta e non credo che lavorerà nella zona di Kessie. La sua fase difensiva è unica, negli ultimi anni è migliorato anche lo sviluppo della fase offensiva, inserendo calciatori di qualità.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE