Mosca, sparatoria con morti nei pressi della sede dei servizi segreti russi

Bruno Cirelli
Dicembre 22, 2019

Lo scrive Russia Today. L'azione sarebbe stata compiuta da un uomo armato di kalashnikov, che è stato ucciso dalla polizia. L'attacco avviene nel giorno della conferenza di fine anno del presidente russo Vladimir Putin.

Diversi i video condivisi sui social. Gli attentatori avrebbero poi cercato di scappare: due sarebbero stati uccisi dalle forze di sicurezza mentre il terzo, quello che aveva sparato, sarebbe riuscito a scappare in un parcheggio vicino.

Gli assalitori sono stati neutralizzati dalle forze speciali.

La zona teatro dell'attacco è molto popolare tra i cittadini e i turisti per i suoi ristoranti, negozi e attrazioni.

Le prime informazioni parlano di due morti e cinque feriti anche se alcuni siti riferiscono tre vittime, tutti agenti della Fso, il Servizio federale per la protezione della Federazione russa.

Secondo una fonte di Rbk, l'uomo avrebbe iniziato a sparare durante un ricevimento dei servizi segreti nella lobby dell'Fsb e poi sarebbe fuggito correndo fuori in strada; secondo altri media, invece, la sparatoria sarebbe iniziata in piazza Vorovskogo. Si sentono le loro voci mentre chiedono al cameriere: "Ma le vostre finestre sono blindate?". Nei video pubblicati su internet si vede la gente correre e si odono raffiche di spariL'uomo "non identificato" che ha aperto il fuoco in centro a Mosca è stato "neutralizzato".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE