Ungheria attacca Italia sui migranti, Di Maio: giudizi strumentali

Bruno Cirelli
Settembre 19, 2019

Matteo Salvini rilancia su twitter le parole del ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto e in un altro messaggio continua: "Parole di buonsenso dall'Ungheria, giustamente preoccupata da un governo di sinistra che, abbandonando la linea dura tenuta dalla Lega, mette a rischio non solo la sicurezza dell'Italia ma quella di tutta Europa". La rigidità di Salvini è stata sostituita da una più morbida politica sui migranti, con il governo che è pronto a sottoscrivere accordi di redistribuzione dei migranti con il resto della Ue. In particolare, a finire nel mirino dell'Ungheria, la decisione dell'Ue di accogliere nei porti sicuri i migranti per poi ridistribuirli tra i vari membri. Eabbiamo avuto successo: non ci sono immigrati illegali in Ungheria, li abbiamo fermati. Inoltre in un'intervista all'emittente Mtv1 ha sottolineato di non voler collaborare a una ripartizione dei migranti salvati in mare.

Il ministro degli Esteri Di Maio: "Giudizio strumentale" "Il giudizio espresso dal governo ungherese è del tutto strumentale. Lo rifiutiamo e difenderemo i nostri confini", ha detto il ministro ungherese. Diametralmente opposte le parole di Di Maio.

Per Di Maio "chi non accetta le quote deve essere sanzionato duramente". In Italia l'emergenza è stata creata dall'indifferenza di alcuni partner europei, compreso il governo di Orban. Il riferimento è allo sbarco dei migranti presenti sulla Ocean Viking dei giorni scorsi, che è avvenuto utilizzando le motovedette della Guardia Costiera. Prorpio Alarm Phone avrebbe allertato le autorità maltesi e italiane, della pericolosa situazione dei 90 migranti e la guardia costiera italiana ha mandato due barche per il salvataggio per evacuare il battello di legno che imbarcava acqua e che proveniva da Tripoli in Libia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE