Coca Cola si compra le acque Lurisia per 88 milioni

Paterniano Del Favero
Settembre 19, 2019

L'operazione sarà completata a fine 2019 e prevede che i due rappresentanti degli azionisti venditori Piero Bagnasco, attuale presidente e amministratore delegato di acque Lurisia, e Alessandro Invernizzi rimangano in consiglio d'amministrazionie per garantire continuità.

L'acquisizione di Lurisia completa l'attuale portfolio beverage di Coca-Cola HBC in Italia ed è una aggiunta perfetta per la strategia 24/7 Total Beverage Strategy. La fabbrica piemontese si aggiunge ai 4 stabilimenti di Coca-Cola HBC Italia presenti in Campania, Abruzzo, Basilicata e Veneto, dove ha sede il più grande centro produttivo di Coca-Cola in Europa. "L'acquisizione è operata con il supporto di The Coca-Cola Company, in linea con simili operazioni precedenti. Il Consiglio di Amministrazione di Coca-Cola HBC confida che i termini dell'operazione siano soddisfacenti per gli azionisti".

La notizia del passaggio di Acque Minerali Lurisia alla Coca-Cola ha già portato ad una prima reazione importante.

La società Coca Cola HBC Italia ha comprato per 88 milioni di euro Lurisia, l'azienda di acque minerali e bibite in provincia di Cuneo. Dal 2008, l'azienda è stata partner nei principali eventi organizzati da Slow Food, una organizzazione non-profit fondata nel 1986 in Italia che promuove pietanze locali e la cucina tradizionale. "Con l'edizione 2019 di Cheese si conclude la collaborazione, che non verrà rinnovata". Nella categoria delle acque, l'azienda offre acque minerali e frizzati provenienti da fonti a 1.400 metri sul livello del mare sul Monte Pigna, in imballaggi in Pet e vetro. Picconando la parete rocciosa per staccarne le lose, le tipiche lastre di pietra indigena utilizzate per l'edilizia, involontariamente colpì una vena di acqua sorgiva che si rivelò essere ottima da bere ma ancora migliore per detergere piaghe e ferite che si rimarginavano in brevissimo tempo.

Lurisia venne fondata nel 1940 a Roccaforte Mondovì e oltre ad acque minerali naturali e frizzanti vende anche chinotto, gazzosa, aranciata, limonata e acqua tonica, in bottiglie di vetro disegnato dall'architetto e designer Ettore Sottsass e realizzate dall'azienda Guzzini.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE