Roma-Basaksehir, sotto con l’Europa League: i possibili cambi di Fonseca

Rufina Vignone
Settembre 18, 2019

"L'Europa League è una competizione importante e vogliamo passare il turno, ma domani farò certamente qualche cambio", ha spiegato il tecnico portoghese in conferenza stampa. E quanto lontano credete di arrivare? Ma bisogna fare un passo alla volta, senza sottovalutare l'Europa League e soprattutto una squadra come il Basakeshir: "Domenica scorsa abbiamo mostrato la giusta umiltà, ma non dobbiamo appagarci, perché a Roma si fa spesso questo errore. L'Europa League non è la Champions, ma è comunque un torneo di tutto rispetto". "È una coppa in cui ci sono squadre forti, il desiderio è di andare il più avanti possibile, ci avviciniamo a questa Europa League con ambizione".

Pensa a un turn over massiccio? E' impossibile non tenere conto dei prossimi impegni.

Pastore sembra godere di molta stima da parte sua. E' un giocatore di grande qualità, è intelligente e tecnicamente speciale che può risultare molto utile alla nostra squadra. La speranza è che possa stare bene, è sotto gli occhi di tutti che sia un giocatore di grande livello. "Ripeto, vanno capite le sue circostanze particolari ma conto su di lui".

"Credo che la squadra stia bene, avevo accennato io stesso alla questione dell'ora di gioco ma sono state partite diverse". Sono partite diverse. Contro il Genoa abbiamo finito in crescendo, nell'ultima partita la situazione è stata un po' diversa, ma è attribuibile al fatto che tanti giocatori venivano dalle Nazionali, come Florenzi, Pellegrini, Dzeko e Kolarov.

Pellegrini può esprimersi al meglio sulla trequarti, spostando Zaniolo a destra? Ha in mente questa formula per questa stagione? La mia attenzione è sulla prossima partita, non guardo troppo in là.

Pellegrni in gran spolvero da trequartista, ma Fonseca frena: "Pellegrini ha giocato bene da trequartista, ma può fare anche altri ruoli". Avere giocatori duttili in rosa è un fattore altamente positivo. "Domani vedrete chi giocherà".

Kluivert può essere determinante?

Presto per Kalinic: "Posso dire che non è ancora al top". Sappiamo che è una competizione che ha squadre forti, una competizione difficile, ma vogliamo andare il più lontano possibile. "Sicuramente la sua velocità può essere un'arma importante".

Come ha trovato il Basaksehir, che ha già affrontato con lo Shakhtar?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE