Corruzione, fermato Michel Platini

Bruno Cirelli
Giugno 19, 2019

Così l'ex Juventus si è difeso tramite un comunicato emanato dal proprio entourage, diffuso poi dai media francesi. A tale pranzo avrebbe partecipato anche Claude Gueant, allora segretario generale dell'Eliseo, che secondo quanto riportato da Mediapart è stato ascoltato come "sospettato libero" e Sophie Dion, consigliere per lo sport di Sarkozy. 'Le Roi', nel maggio 2018, venne scagionato dalla magistratura svizzera, che non riscontrà irregolarità nel suo operato. La leggenda francese Platini era stata eletta nel 2007 e ha ricoperto la carica di presidente fino al 2015, quando è stato bandito dal comitato etico FIFA. L'indagine riguarderebbe la presunta corruzione che ha portato il Qatar ad aggiudicarsi l'organizzazione dei Mondiali 2022. Il 23 novembre 2010, vale a dire nove giorni prima dello scrutinio della Fifa, in piena luna di miele tra Francia e Qatar, Nicolas Sarkozy invita a pranzo Tamim ben Hamad al-Thani, principe ereditario del Qatar (e attuale emiro a partire dal 2013) e Michel Platini, all'epoca presidente della Uefa e vicepresidente della Fifa. "Ho idee su chi mi abbia colpito ma non ho prove".

Queste accuse portarono la Fifa a squalificarlo da tutte le attività calcistiche per otto anni, poi ridotti prima a sei e poi a quattro.

La Fifa si era però opposta alla richiesta del tre volte Pallone d'oro.

"L'ex presidente dell'Uefa, Michel Platini, è stato arrestato e si trova in stato di fermo presso la caserma della gendarmeria di Nanterre". Infatti nel 2015, al sorteggio di Montecarlo, ero stato messo sull'attenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE