Aggressione Cinema America, quattro identificati

Ausiliatrice Cristiano
Giugno 19, 2019

L'altra vittima, Valerio Colantoni, ferito al sopracciglio da una bottigliata, ha già denunciato e ha fornito una descrizione degli aggressori.

Vauro twitta: "Impossibile, il fascismo non esiste più. o no?"; mentre Roberto Saviano parla di "squadrismo di una decina di neofascisti, che purtroppo si sentono protetti e accarezzati da una politica che non li condanna, ma anzi ne accoglie il sostegno". Siamo vicini al Cinema America e non lasceremo questi ragazzi soli nel loro percorso di sensibilizzazione culturale.

Probabilmente sono proprio le modalità in cui questi giovani si sono adoperati per salvaguardare una struttura storica che hanno portato a credere si tratti di una mera associazione antifascista. Tutti, per la serata del Cinema America, avevano un rimando a quel colore. Un atto vile e barbaro, che bisogna condannare fermamente.

Non c'è quindi alcun legame con l'antifascismo, a meno che con questo termine non si vogliano intendere ideali come "libertà di stare insieme, di guardare un film e di confrontarsi con chi lo ha realizzato". "Roma è una città aperta e inclusiva", è il post della sindaca di Roma, Virginia Raggi. Vogliamo che tutte le forze dell'ordine spingano sull'acceleratore per debellare la piaga che affligge Roma con episodi di violenza di stampo fascista e razzista che ultimamente si stanno ripetendo con troppa frequenza nella capitale di Italia. Pur trovandosi a Washington, Salvini non si è tirato indietro: "Noi combattiamo contro ogni genere di violenza, che siano comunisti, fascisti, allo stadio..."

"Eravamo a San Francesco a Ripa, all'inizio erano in due e ci insultavano", è il racconto di David. Le quattro persone sono state identificate grazie all'importante lavoro dei carabinieri della compagnia Trastevere che sin da subito si sono recati in ospedale per accertarsi delle condizioni di salute dei feriti, acquisito i referti medici e li hanno trasmessi in procura.

In serata, su Facebook, anche il premier Giuseppe Conte, ha voluto dire la sua: "Aspettiamo le necessarie verifiche, ma se i fatti fossero confermati sarebbe un episodio gravissimo, aggravato dalla intolleranza ideologica".

Sono tutti maggiorenni, di età compresa tra i 22 e i 23 anni, vivono e frequentano Roma nord. Da quell'esperienza è nata l'associazione oggi denominata 'Piccolo America', che ha curato varie rassegne estive, gratuite.

Oggi intanto nell'aula Giulio Cesare in Campidoglio i consiglieri del Pd hanno indossato per solidarietà la t-shirt del Cinema America, la maglietta che avrebbe scatenato la violenza degli aggressori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE