Platini arrestato in Francia nelle indagini per corruzione su Qatar 2022

Bruno Cirelli
Giugno 18, 2019

L'ex presidente della Uefa Michel Platini è stato arrestato dalla polizia francese a Nanterre, nei pressi di Parigi.

Da tempo si sapeva di un'indagine su quella decisione della Fifa, che stravolse tempi e calendari pur di dare all'emirato del Golfo l'organizzazione dei Mondiali, ma nessuno avrebbe immaginato lo sviluppo di oggi.

Platinì Ha vinto consecutivamente tre Palloni d'oro assegnati da France Football ed è stato riconosciuto da numerosi addetti ai lavori fra i migliori dieci calciatori del XX secolo nonché il più rappresentativo giocatore francese del Novecento, davanti a Zinedine Zidane e Raymond Kopa.

Platini, che ha ammesso di aver votato per il Qatar nello scrutinio per l'assegnazione nel 2010, era già stato ascoltato in qualità di testimone nel dicembre 2017.

Al procuratore Platini aveva ammesso di aver pensato di votare per gli Stati Uniti, anziché per il Qatar. Non è rimasta in piedi nessuna accusa di corruzione o altro. "Ho idee su chi possano essere, ma non ho le prove".

Platini era già stato sospeso nel 2015 per otto anni dalla commissione etica della FIFA a causa di un pagamento di due milioni di franchi ricevuto dall'allora presidente Joseph Blatter.

In stato di fermo anche Sophie Dion (ex consigliere di Nicolas Sarkozy), sempre con l'accusa di corruzione. Pena poi ridotta dal Tas a quattro anni. Nel maggio del 2018 Platini fu però scagionato da tutte le accuse da parte della magistratura svizzera.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE