Onu, segni di torture psicologiche su Assange

Bruno Cirelli
Mag 31, 2019

Julian Assange presenta "tutti i sintomi di una tortura psicologica", alla quale è stato esposto "durante diversi anni".

Proprio oggi sarebbe dovuto intervenire in videoconferenza all'udienza sulla richiesta di estradizione presentata dagli Stati Uniti, che gli contestano 18 capi d'accusa, ma il legale Gareth Peirce ha spiegato al giudice Emma Arbuthnot che il fondatore di Wikileaks "era troppo malato" per partecipare.

È la conclusione formulata da Nils Melzer, relatore delle Nazioni Unite sulla tortura.

Ieri il giornalista non è apparso in una udienza in collegamento video con il tribunale di Westminster per motivi di salute. Secondo quanto riporta "Rainews", Melzer avrebbe detto di aver visitato Assange in una prigione a Londra il 9 maggio, dove ha assistito a prove "schiaccianti" che confermerebbero la teoria delle torture.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE