MacKenzie Bezos dona metà del suo patrimonio in beneficenza

Paterniano Del Favero
Mag 31, 2019

Adesso MacKenzie Bezos, 49 anni, scrittrice, si dimostra ancora più generosa.

Senza alcun rimpianto e in piena serenità, la coppia è arrivata alla separazione con un accordo tra le due parti e che ha visto MacKenzie incassare il 25% del pacchetto di azioni. È diventata, per questo motivo, una delle donne più ricche al mondo. L'ex consorte di Bezos è solo una dei 19 paperoni che hanno aderito nel 2019 a Giving Pledge.

Di recente altri firmatari illustri di Giving Pledge sono stati il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg, il cofondatore di AOL (America on Line) Steve Case, l'investitore Carl Icahn e il finanziere Michael Milken. Complessivamente i ricconi che hanno detto sì a donare almeno metà della loro ricchezza nel corso della loro vita o nei loro testamenti sono 204 e sono sparsi in 23 paesi. E ora la lista si impreziosisce di un altro nome, quello dell'ex moglie di Bezos, già attiva nel sociale con il gruppo anti bullismo da lei fondato e diretto, che porta il nome di Bystander Revolution.

"Ho un sacco di denaro da condividere", ha scritto l'ex moglie dell'imprenditore nella sua lettera di adesione, "non ho dubbi sull'enorme valore che viene sprigionato da un'azione rapida dettata dall'impulso di donare e condividere". Ci vorrà tempo, impegno e cura.

"Il mio approccio alla filantropia continuerà ad essere riflessivo e pensato".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE