Corea del Nord: Kim giustizia i negoziatori del summit con Usa

Bruno Cirelli
Mag 31, 2019

Kim Hyok-Chol, alto ufficiale nord coreano nonché capo negaziatore in materia di nucleare, è stato giustiziato in un aeroporto di Pyongyang, capitale del Paese. Lo sostiene il quotidiano della Corea del Sud, Chosun Ilbo, rilanciato dalle principali testate americane.

Hyok-Chol non sarebbe l'unico. Tra questi, Kim Song-hye, anche lei negoziatrice nucleare, spedita in un campo di rieducazione. Un quinto funzionario, Kim Yong Chol, considerato il braccio destro del dittatore, sarebbe stato condannato ai lavori forzati e all'educazione ideologica.

Il Chosun Ilbo, citando una fonte di Seul, riporta che l'operazione è stata voluta dal supremo leader che non ha risparmiato neanche l'onnipresente sorella minore Kim Yo-jong, alla quale "è stato consigliato di tenere un basso profilo".

Punizione, verosimilmente in un campo di prigionia, anche per l'interprete del leader, Shin Hye-yong: è stata accusata di aver "macchiato l'autorità" di Kim per un errore ad Hanoi durante il suo lavoro di traduzione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE